Main Content

Il Consiglio federale interrompe i negoziati per un accordo quadro - dichiarazione di swissuniversities

La Svizzera e l'UE devono trovare nuovi scenari per regolare le loro relazioni. Il no del Consiglio federale all'accordo quadro segna un altro periodo d'incertezza nelle relazioni della Svizzera con l'UE. Questo vale anche per le scuole universitarie.

Nei prossimi mesi sarà determinata la via per la partecipazione ai programmi di ricerca Horizon Europe. L'UE ha chiaramente segnalato che considera un accordo quadro come un prerequisito per la partecipazione della Svizzera. La ricerca svizzera perderà quello che prima era un accesso paritario alla più importante rete di ricerca internazionale. L'associazione della Svizzera ai programmi educativi Erasmus+ è anche d'importanza centrale per il collegamento strategico delle scuole universitarie svizzere. La cooperazione internazionale è un prerequisito per l'innovazione e l'eccellenza. In futuro, la Svizzera rischia un indebolimento della sua attrattiva e della sua competitività e quindi la perdita della sua posizione internazionale di primo piano nella ricerca. In generale, relazioni stabili con l'UE sembrano essere indispensabili anche per la Svizzera come centro di ricerca e innovazione. In questo contesto, swissuniversities chiede al Consiglio federale d'indicare come intende contrastare questo rischio e porre le relazioni con l'Unione su una base duratura.