Main Content

swissuniversities sostiene gli studenti durante la pandemia di Corona

L'8 aprile 2021, l’Unione Svizzera degli e delle universitari-e VSS-USU ha pubblicato una richiesta di aiuto da parte degli studenti e ha esposto una serie di richieste per ridare nuove prospettive agli studenti nella pandemia di Covid-19. swissuniversities è molto solidale con questo appello degli studenti. La difficile situazione attuale colpisce soprattutto le giovani generazioni. Il benessere degli studenti e la garanzia di condizioni ottimali per la loro formazione non sono solo un bene importante per le università, ma sono anche molto rilevanti per la società nel suo insieme. In questo contesto, swissuniversities ritiene che le preoccupazioni degli studenti siano comprensibili e che le richieste formulate dalla VSS-USU siano ragionevoli. Anche le università si stanno impegnando, con l’adeguata pianificazione della sicurezza, per garantire di poter presto riaccogliere gli studenti nei loro edifici e campus.

Molte delle misure richieste dalla VSS-USU sono già state attuate nelle università, sono imminenti o sono in fase di pianificazione concreta. Questo vale, per esempio, per le biblioteche, che sono aperte nel rispetto delle misure di protezione, o per le procedure d'esame, che sono comunicate in anticipo in modo che gli studenti possano prepararsi adeguatamente. Inoltre, le università hanno istituito dei servizi per sostenere gli studenti in difficoltà finanziarie o di salute. In futuro, le università continueranno a cercare soluzioni ottimali per i bisogni e le preoccupazioni degli studenti nell'ambito delle loro possibilità. L'attuazione di ulteriori misure è responsabilità delle singole università o dei loro sostenitori.

È essenziale che le università siano in grado di reagire in modo flessibile alla situazione epidemiologica. Per questo motivo, e in considerazione del fatto che consentire una maggiore presenza nelle università è particolarmente importante, swissuniversities propone che, nelle prossime fasi di allentamento, siano previste alcune aperture per le università per consentire nuovamente l'insegnamento in presenza e la preparazione in comune degli esami. In questo contesto, dovrebbe essere responsabilità delle università garantire la sicurezza di studenti, docenti e altro personale attraverso i concetti di protezione già stabiliti e ben collaudati (vedi le linee guida di giugno 2020 per il semestre autunnale 2020/21). Questo approccio sarebbe sostenuto dalla rapida disponibilità della vaccinazione per i giovani.